Da programmatori a imprenditori di successo
10 Giugno 2015
Non trovi la tua strada? Resta vigile, con determinazione
18 Giugno 2015
Mostra tutto

 Andrea Saccon noto come la Sajetta, il fattorino che fa consegne a privati e aziende in bicicletta: 40 anni di Parma, per 20 anni fa l’impiegato per una multinazionale, poi nel 2012 l’azienda per cui lavora inizia a licenziare e lui capisce che è il momento di costruire qualcosa di suo.

Inizia consegnando frutta e verdura (biologiche) a domicilio con l’utilizzo della bicicletta. Lo fa prendendosi un giorno di ferie a settimana; le cose sembrano funzionare e Andrea decide di dare un nome al suo nuovo progetto: “La Sajetta” cioè fulmine, in dialetto parmigiano.

“Ho capito le potenzialità di questo servizio e assaporato la libertà di gestire il mio tempo”.

Ora, tra i servizi che offre, c’è anche la consegna di cestini bio al parco._CRI7079

 

Qual era il tuo sogno da bambino?

Da bambino pensavo che da grande avrei voluto fare il benzinaio o il meccanico. Come vedi tutto un’altra storia… ho sempre avuto una manualità veramente scarsa.

 

Come hai scoperto la passione per questo lavoro?

E’ strano ma la passione mi è venuta… lavorando! Ho sempre considerato molto elevate le potenzialità della bicicletta in generale e soprattutto in una città come Parma.

 

Quai persone ti hanno appoggiato nel perseguire la tua strada professionale?

Una persona in particolare, Elisa, la mia compagna. Siamo genitori di due bambini (4 e 8 anni),
lasciare un lavoro da dipendente per investire su te stesso è una cosa che “entra” anche nella vita famigliare.

la-sajetta- andrea- storia - di- successo-

 

Quali sono le caratteristiche che, secondo te, servono per raggiungere i propri traguardi?

Non serve nessuna caratteristica in particolare , basta credere in quello che si fa o che si vorrebbe fare.
Io alla base di tutto ho messo la coerenza e la voglia di fare.

 

Per saperne di più su Andrea, raggiungilo alla sua pagina facebook, oppure al suo sito internet.

unnamed

Barbara Vangelista
Barbara Vangelista
"Non tentare è il primo fallimento."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *